Trani, tre arresti per illeciti all'Amet

Polizia e Digos in azione.

A cura di Redazione Trani, lunedì 20 maggio 2013

Oggi lunedì 20 maggio 2013, presso la Procura della Repubblica di Trani, si tenuta una conferenza stampa, presieduta dal Procuratore Capo Carlo Maria CAPRISTO, il Procuratore Aggiunto Francesco GIANNELLA, il Sost. Procuratore Giuseppe MARALFA, il Questore di Bari Domenico PINZELLO ed il Dirigente del Commissariato di P.S. di Trani Aurelio MONTARULI, concernente un'attività di polizia giudiziaria, svolta dal personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Trani, in collaborazione con la DIGOS della Questura di Grosseto, che ha portato all'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di alcuni soggetti responsabili del reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente nell'ambito un bando di gara pubblica emanato dall’AMET spa di Trani.

La vicenda nasce il 19 aprile scorso, dall'emanazione di un bando di gara da parte di Amet per un software dedicato alla distribuzione e vendita di energia elettrica per un importo di € 725.000,00.

La misura cautelare è scattata nei confronti di: Ivo Moretto (nato ad Andria il 19 aprile 1973) residente a Trani - responsabile sviluppo mercato elettrico dell'Amet s.p.a.; Nicola De Fano (nato a Bari il 25 febbraio 1956) residente a Bari - ingegnere elettronico; Massimo Vannucci (nato a Grosseto il 29 dicembre 1951) residente a Grosseto - socio della Terranova Piu s.r.l. di Firenze.

 

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY