Briguglio interviene nuovamente sulla questione Ospedale di Trani

A cura di Redazione Infonews Trani, venerdì 12 giugno 2015

Il Dott. Domenico Briguglio, medico odontoiatra, candidato al Consiglio Comunale per Realtà Italia, eletto in caso di vittoria del candidato sindaco Amedeo Bottaro al ballottaggio, interviene sulla questione Ospedale “San Nicola Pellegrino”. 

 
“La sanità non può continuare ad essere una questione di colore politico. La Regione in questione ha violato ai Tranesi un diritto sancito dalla Costituzione Italiana, quello alla salute. In questi anni, come ben noto, le politiche regionali hanno di fatto smantellato il nostro Ospedale privando così i cittadini di innumerevoli prestazioni sanitarie di primaria necessità: dalla chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia all'azzeramento di uno dei poli chirurgici di eccellenza di Puglia. E' arrivato il momento di uscire gli artigli evitando di commettere gli stessi errori del passato in virtù di sindaci eletti che si sono sempre sottomessi alle logiche dei poteri forti nazionali e regionali. Trani, questa volta, con Amedeo Bottaro, ha l'opportunità di eleggere un sindaco di centrosinistra e, quindi, dello stesso colore politico del neo eletto governatore della Regione, Michele Emiliano. Sicuramente questo agevolerebbe una mediazione ed un sano confronto con l'ente regionale per ridare dignità al nosocomio tranese. Io, personalmente, qualora fosse confermata la mia elezione a consigliere comunale, presenterò subito un nuovo ordine del giorno all'attenzione dell'assemblea finalizzato a chiedere impegni precisi al nuovo Presidente Emiliano e a chi ricoprirà il ruolo di nuovo Assessore Regionale alla Salute. Trani è capoluogo di Provincia, è città a vocazione fortemente turistica e non può permettersi una struttura ospedaliera così vetusta e abbandonata a se stessa. Attendo, inoltre, di comprendere meglio dalla Asl BT, quando saranno ultimati i lavori per il nuovo Pronto Soccorso. Qualora i nostri appelli dovessero rimanere ancora una volta inascoltate, continuerò la mia battaglia personale contro questa politica in danno della nostra città portando i cittadini ad una “degenza passiva”. Sono pronto ad allestire a mie spese delle tendopoli per fornire loro un'assistenza sanitaria più efficace, anche grazie al sostegno e alla collaborazione di altri medici volenterosi della città. Mi spiace dirlo ma d'ora in poi a nessuno sarà concesso di sbeffeggiare la nostra città, sia ben chiaro”.

 

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY