Giovanni Bovio come ..."Totò cerca casa". Lavori non autorizzati presso l'abitazione storica.

A cura di Redazione Infonews Trani, venerdì 21 aprile 2017

ASCOLTA

Pare proprio che se la passi male il figlio più illustre di Trani, Giovanni Bovio. 
Il suo monumento, nella piazza principale, sta andando in rovina; a un certo punto stava andando in rovina pure la biblioteca prima che costruissero la nuova sede, ma i manoscritti di Giovanni Bovio e altri libri, piangono per una mancata pubblicazione. 
(Meno male che c'è qualcuno che si interessa a Giovanni Bovio e sta portando avanti iniziative per ricordarlo). 
Ora, Giovanni Bovio, come Totò cerca casa. 
Sì perché la sua abitazione che doveva essere museo e luogo di visita di turisti e degli studiosi, adesso è stata occupata abusivamente da una famiglia composta da sette persone, tra cui diversi minori. 
Inoltre, all'esterno dell'edificio della casa natale dell'illustre personaggio, in via Mario Pagano a Trani, sono stati eseguiti dei lavori non autorizzati, con interventi persino sul basolato: nel dettaglio dal marciapiede è spuntato un tubo arancione, forse utilizzato per scaricare qualcosa dall'abitazione sotto il manto stradale. 
 
 
E' noto che è di gran lunga scaduto il termine (20 marzo) per lo sgombero dalla storica casa, dagli stessi abusivi, ma a quanto pare una soluzione, che impedisca alla famiglia di finire per strada, non è stata ancora trovata.
Quindi, ora è Giovanni Bovio che cerca casa. 
Dove andrà? Difficile dirlo. Perché qui a Trani le cose belle, i monumenti, le ville, vanno tutte in rovina e vengono abbattute. 
Vuoi vedere che abbattono pure il monumento di Giovanni Bovio?
 
adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY