Dodi Battaglia in musica e parole. Andria, 20 maggio – ore 19

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, mercoledì 10 maggio 2017

Dodi Battaglia in musica e parole. Andria, 20 maggio – ore 19

 

Una serata di musica e parole.  E’ quella organizzata dal Circolo Culturale Corte Sveva che sabato 20 maggio ospiterà alle 19,00 nella Sala Attimonelli di Andria in c.so Cavour 194, il bassista Dodi Battaglia.

 Il mitico componente dei Pooh si racconterà al pubblico attraverso brani da lui suonati dal vivo che hanno fatto la storia della musica italiana e non solo. La musica sarà la cornice di una serata che si preannuncia ricca di sorprese . Filo conduttore, la solidarietà. L’evento,  infatti, sostiene il progetto dell’Unicef “Bambini in pericolo”  e raccoglierà fondi in favore dei bambini vittime di guerre, calamità naturali, fame e malattie in tutto il mondo. L'ingresso è libero, ma chi vorrà assistere alla serata con Dodi Battaglia, potrà ritirare l’invito con posto a sedere alla Mondadori Bookstore di Andria (c.so Cavour 132) lasciando una piccola offerta per Unicef. 

Tutte le info allo 0883.956628  

 

BIOGRAFIA – DODI BATTAGLIA

Donato Battaglia, in arte Dodi, nasce il 1º giugno del 1951 a Bologna, nel quartiere Mazzini, in una famiglia di musicisti. Il successo arriva nel 1968quando,  viene segnalato a Valerio Negrini che, accolte le dimissioni del chitarrista Mauro Bertoli, gli propone di entrare nella formazione dei Pooh. Dodi ha diciassette anni e con grande soddisfazione si ritrova a gustare il successo di Piccola Katy subito dopo la pubblicazione del disco. Il periodo di prova con i Pooh dura in tutto una settimana a casa di Riccardo Fogli, appena in tempo per registrare le parti vocali di Buonanotte Penny, singolo del 1968. È il secondo autore delle musiche del complesso per quantità, ed è la voce principale dei primi grandi successi come Tanta voglia di lei (1971), Noi due nel mondo e nell'anima (1972) e Infiniti noi (1973). In seguito, sotto la direzione artistica di Giancarlo Lucariello, a causa del coordinamento di quest'ultimo nasce il dualismo con Riccardo Fogli, che nel 1972 lascia la band per tentare l'avventura solista. Per la prima volta nella storia dei Pooh, dall'album Alessandra, l'autore delle musiche non è solo Roby Facchinetti; infatti Dodi firma le musiche e canta Via lei, via io, Io in una storia. Negli anni successivi firma brani come Orient Express, Wild Track (finora l'unico brano composto direttamente in inglese dai Pooh), Peter Jr. (con testo di Stefano D'Orazio).

Nel 1981 durante il tour invernale di Buona fortuna, il giornale tedesco Die Zeitung assegna a Dodi il premio come miglior chitarrista europeo.

Nella primavera del 1985 pubblica il suo LP da solista Più in alto che c'è, dedicato ai figli Sara, Serena e Daniele. Vasco Rossi è autore del testo della canzone che dà il titolo all'album.

Nel 1986 la rivista tedesca Stern assegna a Dodi il premio come miglior chitarrista europeo del mese; nello stesso anno anche la critica italiana gli conferisce il premio come miglior chitarrista italiano.

Nel 1989, a Cortina forma insieme a Zucchero, Vandelli, Fio Zanotti, Michele Torpedine e Umbi Maggi il complesso Adelmo e i suoi Sorapis.

Nell'album Uomini soli, dopo il successo sanremese, Dodi scrive e interpreta L'altra donna, uno dei brani più famosi della band.

Ha collaborato con Vasco Rossi, in particolare nei primi successi come Una canzone per te, Va bene, va bene così e Toffee, Riccardo FogliMassimo RanieriGino PaoliMarco MasiniEnrico RuggeriRafGianluca GrignaniMia MartiniGiorgio FalettiAnnalisa MinettiFiorellino e Al Di Meola, e ha suonato con il gruppo Adelmo e i suoi Sorapis, che comprende ZuccheroMaurizio Vandelli, Umberto Maggi dei Nomadi, l'arrangiatore Fio Zanotti (collaboratore dei Pooh) e il produttore discografico Michele Torpedine.

Dodi ha collaborato con molti artisti di fama internazionale come Eric ClaptonAl Di MeolaStingTommy EmmanuelSteve Vai.

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY