Enogastronomia, musica, solidarietà: conclusa a Trani la terza edizione di “Calice di san Lorenzo”

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, sabato 12 agosto 2017

ASCOLTA

«Un evento tranese di richiamo per tutta la città ma anche per le zone limitrofe.  Cerchiamo di regalare un sorriso a tutti coloro che sono qui a Trani questa sera». Così Davide Laraia, presidente dell’associazione “Cibus di vinum” che IL 10 agosto ha portato a conclusione, dopo tanta fatica e tanti preparativi per garantire un’impeccabile organizzazione, la manifestazione “Calice di san Lorenzo”, che ha avuto luogo tra piazza Trieste, piazza Sacra Regia Udienza e piazza Monsignor Addazi.

E non sono mancati i sorrisi di migliaia di persone che hanno degustato del buon vino, assaggiato prodotti locali, ascoltato la musica della Apulia dixieland band.

Quest’anno, erano presenti due tipi di kit, classico e premium; due casse per acquistarli; undici cantine (Cantine Lanzolla di Cassano delle Murge, Calice vini di Corato, Antica Enotria di Cerignola, Strada dei vini doc di Castel del Monte, Vini La Torretta di Manduria, Cantine Pirro di Troia, Cantine Botta di Trani, Torre Quarto di Cerignola, Cantina Casa Primis di Stornarella, Cantine Triconza di Ortanova, Cantine della Bardulia di Barletta); sei gastronomie (Caseificio gastronomia Di Gemiti Vito, pasticceria T.M., Oro di Trani, Peschef, Micco confetture, Living cafè).

I kit premium hanno permesso a chi li ha acquistati di accedere a due degustazioni “top” presentate da Aspi, Associazione della sommellerie professionale italiana. Novità di quest’anno, infatti, la presenza di tre associazioni che hanno presentato una selezione di importanti vini:  Sweets and drinks di Bisceglie, Cibus di vinum e Aspi. Il sommelier Rudy Rinaldi, coordinatore per la Puglia di Aspi, si è detto soddisfatto di questa collaborazione con “Cibus di vinum”: «Siccome Trani d’inverno è magica, spero che organizzeremo qualcosa insieme anche nei prossimi mesi».

“Calice di san Lorenzo” aveva anche un fine benefico: è stato infatti organizzato insieme con la Fidas, Federazione italiana donatori sangue. Marco Buzzerio, presidente della sezione di Trani, ha ricordato che «in questo periodo estivo c’è forte carenza di sangue in tutta Italia e anche in questa Regione. Invitiamo tutti i cittadini a donare sangue, che serve al prossimo ma anche a noi stessi».

L’associazione “Cibus di vinum” ha ringraziato l’Associazione nazionale Polizia di Stato che ha garantito la sicurezza, insieme alla Polizia di Stato e alla Polizia locale di Trani; gli Operatori emergenza radio di Trani; Studioinventa; Turenum; l’associazione svizzera Udis.ch; i partner Ottica Mazzone, Aspi, Gielle, Tentazioni pugliesi, Giardino Broquier; i media partner TeleTrani, Bat Magazine e Puglia in esclusiva; chi ha garantito il patrocinio e cioè l’Assessorato alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Confindustria Bari e Bat, il Comune di Trani e il Comune di Acquaviva delle Fonti.

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY