Guardie rurali di Trani, dopo l’agitazione c’è un’ipotesi di accordo sindacale

Nei prossimi giorni sarà sottoposto a verifica e ratifica dei lavoratori

A cura di Redazione Infonews Trani, martedì 11 settembre 2018

Sarà sottoposto ai lavoratori nei prossimi giorni in una assemblea nel corso della quale gli addetti si esprimeranno sull’ipotesi di accordo sottoscritto tra il  Consorzio Guardie Rurali di Trani e  Flai e Uila Bat con la presenza delle RSA. L’incontro tenutosi il 7 settembre scorso, a seguito dello stato d’agitazione dei lavoratori, (su invito del Prefetto che ringraziamo pubblicamente per la ricomposizione del tavolo), si è svolto nella sede del Consorzio alla presenza di Rsa e vertici dell’azienda, oltre che dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Flai e Uila Provinciali Bat che hanno ripercorso al tavolo le ultime vicende ed hanno sottolineato la responsabilità con la quale i lavoratori hanno continuato ad assicurare il servizio di vigilanza ed a revocare lo sciopero proclamato.

Dopo un’ampia discussione, rispetto all’adozione di una nuova turnazione fatta in maniera unilaterale dal Consorzio senza il coinvolgimento delle Rappresentanze Sindacali Aziendali, come prevede il CCL vigente, le parti hanno concordato che dal 17 settembre al 31 ottobre 2018 si adotterà in maniera sperimentale una nuova turnazione con tre turni di lavoro giornalieri (16.00-24.00; 08.00-16.00; 24.00-08.00) oltre al riposo, fermo restando le condizioni di miglior favore acquisite di fatto e di diritto già applicate richiamate nel vigente CCL per i dipendenti dei consorzi di vigilanza campestre.

In calendario, entro la seconda decade di ottobre, già un nuovo incontro per la verifica della nuova turnazione. Eventuali superamenti dell’orario di lavoro settimanale saranno inseriti in una banca ore ad personam e saranno recuperati in periodi con minore presenza di frutti pendenti, previa richiesta del dipendente.

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY