Alunni del 2°CD Petronelli di Trani al Teatro Petruzzelli di Bari

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, venerdì 30 novembre 2018

Nella mattinata del 28 novembre il Teatro Petruzzelli di Bari ha spalancato le porte agli alunni delle classi seconde e di una terza del Secondo Circolo Didattico “Mons. Petronelli” di Trani.

I 300 alunni coinvolti si sono recati presso il prestigioso teatro del capoluogo pugliese per assistere all’opera per ragazzi “Il gatto con gli stivali”.

Il testo recante la firma della regista Maria Grazia Pani, si colloca nel più ampio progetto di riscrittura delle fiabe classiche, pensato e realizzato per avvicinare i bambini in età scolare alla drammaturgia lirica.

Il libretto dell’opera, sapientemente pensato per essere reso quanto più fruibile possibile anche da bambini così piccoli, è stato accompagnato da una magistrale e coinvolgente orchestrazione e da una stupefacente cornice scenografica.

Un serrato e travolgente connubio tra musica, canto, costumi sfarzosi, linguaggi visivi supportati da videoproiezioni animate e registro linguistico perfettamente equilibrato, aulico e accessibile allo stesso tempo, ha tenuto i bambini per più di 60 minuti in perfetto silenzio e compostezza ineccepibile.

Il piccolo pubblico, infatti, con gli occhi luminosi incollati al palco e le bocche socchiuse in espressione stupita e sognante, è esploso in un lunghissimo applauso festante al termine dell’atto unico.

L’emozione e il coinvolgimento di questi spettatori di soli sette anni fa registrare una grande vittoria: l’educazione all’arte, alla bellezza è potente.  Questi bambini, così attentamente entusiasti, sono la dimostrazione che il suo seme può essere innestato fin da subito, fin dai primissimi anni della scuola primaria. Tra i più importanti compiti dell’agenzia educativa per eccellenza, infatti, campeggia sempre più quello di diffondere l’amore per la cultura in tutte le sue più disparate manifestazioni.

Con quest’esperienza altamente formativa, in continuità con quanto già sperimentato per le classi quarte e quinte, il Secondo Circolo di Trani ha sicuramente “osato”, tenuto conto dell’età dei bambini, trasformando una normale e routinaria giornata scolastica in un’opportunità di crescita unica nel suo genere.

A supporto di ciò il delicatissimo finale con cui il gatto si congeda dal suo pubblico: “Ricordate che bisogna osare, perché l’ingegno e la fantasia possono trasformare ognuno di voi!”.

 

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY