Barresi su riscaldamento scuole:"Beghe e attacchi politici mascherati da questioni delle scuole".

A cura di Redazione Infonews Trani, sabato 1 dicembre 2018

Se gli attacchi si fanno sempre più muscolosi, vuol dire che stai lavorando bene.  In questo caso mi riferisco alla vicenda che ha visto coinvolto l’Assessore Tommaso Laurora per quanto riguarda il riscaldamento nelle scuole, infatti credo che l’attacco all’Assessore, sia meramente un atto diretto a strumentalizzare la questione per scopi politici e giochetti di Palazzo, su chi entra e chi esce, per giustificare, forse, un nuovo rimpasto in giunta.
 
A prescindere che il riscaldamento nelle scuole è un servizio contemplato nell’attività dell’assessorato alla Pubblica Istruzione, che si avvale della collaborazione dell’Assessorato ai Lavori Pubblici, a prescindere che il sindaco ha la situazione (o dovrebbe avere) degli edifici scolastici sotto controllo, in quanto per legge ne è lui il responsabile, come si fa a passare la patata bollente all’Assessore Laurora? 
 
Ve lo spiego io come questo può accadere: 
 
1)    Quando uno vuole scaricare le proprie colpe e risultare innocente, si trova un capro espiatorio.
 
2)    Se la tua visibilità diventa sempre più imponente (tale da poterti mettere in antitesi con il primo cittadino), operando per gli obbiettivi che riguardano i cittadini e la tua città, avvicinandosi le elezioni amministrative, diventi un personaggio scomodo.
 
3)    Ho capito, purtroppo, che in politica qualsiasi situazione, diventa motivo per offuscare la tua immagine se le tue capacità adombrano le mie.
 
Ritornando a noi, la morale del discorso è che nel governo del cambiamento non tutti riescono a stare al passo con chi riesce a portare risultati positivi nel lavoro svolto, ma per questo occorre debba prendere le distanze da chi lo fa, ed in ultimo consiglierei al sindaco, dopo questo exploit, una immediata verifica di maggioranza.
 
 Allo stesso tempo, credo sia opportuno spiegarvi come non ha operato, nel migliore dei modi, il sistema per il funzionamento del riscaldamento nelle scuole.
 
Per legge l’accensione del riscaldamento nei luoghi pubblici è soggetto al D.P.R. 412/93, al D.P.R. 74/2013 e al decreto Milleproroghe 2016 (che prevede i 20, massimo 22 gradi dal 15/11/2018 al 31/3/2019 e la dotazione delle valvole termiche ai termosifoni) inoltre sarebbe stato utile adoperarsi molto tempo prima con l’allaccio del gas alle due Scuole di Via Pozzo Piano e Via Perrone Capano, mio caro sindaco;  ed essere in regola coi pagamenti e non morosi altrimenti è difficile avere il servizio e poter effettuare il collaudo e la manutenzione?
 
Firmato Rag. Anna Maria Barresi - Consigliere Comunale Indipendente 
adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY