Barresi risponde all'A.U. di Amiu:"Un invito favoloso quello di risponderLe ing. Nacci"

Una nota Anna Maria Barresi Consigliera e componente Ufficio di Presidenza. di “Italia in Comune”

A cura di Redazione Infonews Trani, mercoledì 26 giugno 2019

La prima frase che , invece, viene in mente a me è una citazione di Pio  XI, “A PENSAR MALE DEL PROSSIMO SI FA PECCATO MA SI INDOVINA”.

Percepisco nei comunicati scritti dall’ing. Nacci in risposta ai miei, un certo nervosismo, vorrei dire all’Amministratore Unico di stare sereno, perché non sono alla ricerca di comportamenti torbidi, in quanto al contrario di altri consiglieri, propensi alla compravendita di poltrone, ( comportamento per il quale nessuno si scandalizza e da nessuno viene  considerato goffo) io cerco di svolgere, in maniera legittima il mio ruolo di Consigliere Comunale, che comporta il controllo della vita amministrativa, al fine di tutelare i diritti dei miei concittadini.

Il mio comunicato sulle assunzioni in Amiu è stato inviato da me ai social il 21 giugno, ad Amiu, invece, il 23 giugno per essere sicura di  lasciare una traccia, in caso fosse sfuggito a qualcuno, inoltre, se vuole, può ritenermi goffa, non mi offendo, in fondo un po’ lo sono, quando devo districarmi e proteggermi dagli attacchi di chi non apprezza una certa politica.

Io credo che non appartengano a Lei i comportamenti torbidi, dei quali, sempre secondo Lei, io sarei alla ricerca, sono certa che non facciano parte del suo modo di agire e di pensare, ma Lei deve convincersi che la politica che governa un paese, una Città è composta da una maggioranza e da un’opposizione e se Lei accetta di amministrare una società partecipata non può sottrarsi ai controlli, ai comunicati, alle iniziative che l’opposizione decide di intraprendere per capire al meglio il lavoro che viene svolto nelle suddette partecipate.

In questo comunicato si denota la sua contrarietà, asserendo, di  vedersi costretto a rispondermi per la seconda volta, io nel mio lavoro ci metto passione, forse, perché ci credo e mi dispiace che il tutto venga scambiato per altro.

Come ho risposto a chi da Bari, con PEC, mi ha inviato “velate minacce”, affinchè, io finisca di scrivere, così riferisco a Lei e ad altri, che continuerò a svolgere il lavoro di Consigliera di opposizione nel rispetto della legge. 

Quindi , nel proseguo del lavoro rimasto a metà, colgo l’occasione per sollecitarLe alcune risposte, che non ho ancora ricevuto, ma che ritengo importanti e d’interesse pubblico.

E’ vero o no che Lei deve chiedere (ci faccia sapere se si o no) al Comune di avviare un procedimento di condivisione con la Giunta Comunale, secondo quanto previsto dall’art. 11 comma 2° del regolamento per il controllo analogo, e da quanto disposto dalla delibera di giunta comunale n. 158/2017 e delibera di consiglio comunale n.61/2017 ??

E’ vero o no che lei nelle more della formalizzazione della condivisione di questa delibera,  aveva già avviato sia la procedura che gli atti utili all’avvio delle  selezione del personale ?? come mai ha deciso in autonomia ed in questo senso le procedure selettive?

E’ vero o no che senza la condivisione comunale  la validità e l’efficacia degli atti da lei prodotti sino ad oggi sono nulli?

Poi per non risultare goffa e prolissa non le chiedo nemmeno se Lei ha rispettato la stesura del procedimento  amministrativo della condivisione con il Comune, riguardante le linee guida del fabbisogno triennale del personale 2019-2021, Si tratta dell’attuazione dell’art. 35, co. 5.2, D. Lgs. 165/2001 (come modificato D. Lgs. 75/2017) ed infine le indicazioni ANCI ecc…..

Ing. Nacci vorrei mi  rispondesse, inoltre, alla nota PEC del 4/6/2019 che riguarda la situazione Daneco Impianti spa e quella del 1/6/2019 in riferimento alla situazione della short-list degli avvocati che al contrario di quanto Lei asserisce, io pur goffamente, non vedo ancora pubblicata.Attenderò il termine prescritto dalla legge per la ricezione dei documenti e delle risposte, dopo di che se non riceverò risposte, con molta serenità, trasmetterò gli atti agli organi competenti, sperando di non essere bacchettata anche in quel caso. In ultimo voglio ricordarle, che c’è sempre un motivo se scrivo qualcosa e difficilmente mi sbaglio!

Firmato Anna Maria Barresi Consigliera e componente Ufficio di Presidenza. di “Italia in Comune”

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY