Trani. Ordinanza di divieto di scarico di acque meteoriche nella rete fognaria delle acque reflue urbane

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, martedì 3 dicembre 2019

Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, ha disposto, mediante ordinanza, il divieto di scaricare le acque piovane provenienti dalla proprietà privata all’interno della rete fognaria delle acque nere. In virtù dell’atto emanato, entro 90 giorni tutti i proprietari degli immobili e gli amministratori dei condomini che convogliano le acque piovane nella fognatura nera, sono tenuti a provvedere all’esecuzione di lavori di adeguamento delle condotte interne agli immobili privati, in modo da impedire categoricamente l’immissione delle acque meteoriche nella rete fognaria delle acque nere. Nel caso in cui nella zona non sia presente la condotta pubblica di smaltimento delle acque bianche, i medesimi soggetti hanno l’obbligo di effettuare lo scarico delle acque piovane direttamente nelle cunette laterali della strada in modo tale da consentire il deflusso verso le più vicine caditoie stradali per la raccolta delle acque.

All’osservanza delle disposizioni presenti nell’ordinanza numero 44 del 3 dicembre 2019, all’accertamento ed all’irrogazione delle eventuali sanzioni è deputato il Comando di Polizia Locale con l’ausilio, ove richiesto, dei tecnici dell’Acquedotto Pugliese. All’Acquedotto, in quanto gestore della rete fognaria nera cittadina, è disposto di provvedere anche in maniera autonoma a mettere in campo ogni possibile intervento di controllo volto a rilevare allacci abusivi ed a segnalarli.

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY