Giornata della Memoria, Tour Guida tra il Museo Sinagoga Sant’Anna, Bibliotheca Orientalis e Polo Museale

Le visite si terranno domenica 26 e lunedì 27 gennaio 2020, alle ore 10.30

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, giovedì 23 gennaio 2020

In occasione della Giornata della Memoria, la Fondazione S.E.C.A., il Polo Museale di Trani, la Sinagoga Sant’Anna e la Bibliotheca Orientalis in collaborazione con l’Associazione F.I.D.A.P.A. sezione di Giovinazzo, hanno promosso un nuovo percorso di consapevolezza storica, di sensibilizzazione e tutela del patrimonio artistico e culturale del territorio attraverso la riscoperta delle radici storiche e culturali ebraiche della Città di Trani.

Un “Tour Guida” tra il Museo Sinagoga Sant’Anna, la Bibliotheca Orientalis ed il Polo Museale dedicato alla Giornata della Memoria.

Il 26 e il 27 Gennaio alle ore 10.30 si parte con la visita guidata all’interno dalla Sinagoga di Sant’Anna, proseguendo il percorso nel suggestivo quartiere ebraico nel centro storico di Trani, accompagnati dal dott. Graziano Urbano, Responsabile del Polo Museale di Trani. In seguito si arriverà al Polo Museale di Trani in piazza Cattedrale per osservare le splendide macchine per scrivere da guerra, in mostra nella corte del polo, dalla Tedesca Olympia Robust alla Underwood da campo, macchina in dotazione all’esercito americano.

Infine visita alla Bibliotheca Orientalis per esaminare i dossier della Giudecca Tranese del prof. Attilio Petruccioli Direttore della Bibliotheca Orientalis, mentre nella Sala Conferenze del Polo Museale si potrà guardare un video dossier fotografico riferito alla seconda guerra mondiale.

Durante gli anni drammatici della seconda guerra mondiale, e nell’immediato dopoguerra, non soltanto artisti, scrittori e intellettuali levarono la propria voce per denunciare le conseguenze di un conflitto oggettivamente mostruoso: anche i fotoreporter si rivelarono sensibili e coraggiosi testimoni di questa tragedia. I loro scatti, molti dei quali diventati vere e proprie icone, mostrarono a tutti, con una forza ancora più immediata dei disegni delle tele, la nefandezza del periodo storico. Tra i tanti fotoreporter, meritano una citazione Margaret Bourke-White, John Florea, Robert Capa, André Kertesz.

 

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY