Domenico Corraro (Effetto Trani):"Bisogna dare al popolo ciò che serve al popolo"

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, giovedì 6 febbraio 2020

Dare al popolo quello che egli chiede non significa accontentarlo, bensì restituire ad ogni singolo cittadino quanto gli è stato tolto, ciò che ha perso: lavoro, serenità e dignità.

Sono sempre più convinto che al centro di ogni progetto politico debba esserci il cittadino con le sue istanze e le problematiche presenti e che, al contempo, fare politica significhi impegnarsi in prima persona per migliorare la vita quotidiana dei cittadini, tutti.

E’ giunta l’ora che la politica smetta di fare solo politica e inizi a stare “con e tra” la gente  ascoltando tutte quelle che sono le vere richieste dei cittadini, specie l’enorme bacino dei commercianti, i quali ogni giorno sono costretti a sollevare la saracinesca della propria attività con la paura di affrontare le innumerevoli esigenze burocratiche che gli vengono “imposte”.

Bisognerebbe, a mio avviso, avere maggior rispetto per i commercianti e le attività artigianali. E’ giunto il momento di dare un segnale, una svolta.

Quando parlo di svolta non mi riferisco solo ed esclusivamente al “cambiamento”, ma soprattutto allo “sviluppo”.  Sviluppare la nostra amata Trani con una serie di progetti semplici e mirati, partendo proprio dalle suddette.

Quelle sotto elencate, sono solo alcune delle proposte che mi auguro la vigente amministrazione comunale, o chi susseguirà, possa in qualche modo prendere in considerazione al fine d’incentivare i commercianti ed iniziare, così, un processo innovativo.

- Riduzione della TARI alle attività commerciali

- Riduzione dell’IMU, qualora  l’immobile sia di proprietà del commerciante o dell’ artigiano che vi esercita l’attività

- Riduzione dalla TOSAP - tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche

Dott. Domenico Corraro - Componente Coordinamento Effetto Trani

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY