“Dei muri. Il cielo e’ di tutti”. Giovedi’ in biblioteca la presentazione del progetto vincitore dell’avviso pubblico “periferie al centro”.

Sarà attuato nei comuni di Trani, Bisceglie e Margherita di Savoia

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, mercoledì 4 marzo 2020

“Dei muri. Il cielo è di tutti” è il titolo del progetto vincitore dell’avviso pubblico “Periferie al centro”, un intervento di inclusione culturale e sociale della Regione Puglia per progetti artistico-culturali di attività di spettacolo dal vivo e iniziative culturali collaterali che coinvolgono sia le periferie geografiche della Regione e sia le periferie sociali e culturali. Il progetto si svilupperà nei Comuni di Trani, Bisceglie e Margherita di Savoia.

La conferenza stampa di presentazione del programma di eventi si terrà giovedì 5 marzo alle ore 10.30 presso la sala Maffuccini della biblioteca comunale Giovanni Bovio. Interverranno in qualità di relatori Felice Di Lernia (assessore alle culture della Città di Trani), Loredana Acquaviva (assessore alla cultura del Comune di Bisceglie), Mario Braccia (consigliere delegato alla cultura del Comune di Margherita di Savoia), Manuela Lops (associazione BoaOnda e referente del progetto), Maristella Tanzi (di QuaLiBò, referente del progetto).

DESCRIZIONE DEL PROGETTO -  “Il cielo è di tutti”, come dice Gianni Rodari, e i muri hanno sempre dialogato coi cieli. Muri ambiziosi per arrivare lassù, in uno spazio imprendibile eppure condiviso. Centro e periferie condividono lo stesso destino, se non fosse proprio per i muri. Ed è dei muri che si parla nel progetto, nelle loro molteplici accezioni, con una lente particolare, quella del linguaggio del corpo e della sua immersione negli spazi urbani che tracciano confini materiali e immateriali, per riaccendere il senso invisibile tra geografie urbane e geografie umane, in passaggi di comunicazione, aperture, restituendo senso al rapporto fra tutti i centri e periferie.

La ricerca che attraversa il progetto tratta temi antichi e moderni, forti e delicati, vicini e lontani, personali e collettivi, e porta con sé la possibilità di raccontare attraverso le immagini e i gesti, i discorsi sospesi degli abitanti del tempo, danzandoli in storie che trasformano il territorio in spazi parlanti e luoghi di esperienze di tutti, giocando a disegnare orizzonti di bellezza tra memorie e futuri.

Aprendo spazi di condivisione con la Rete interculturale di Trani, il percorso coinvolge le città di Trani, Bisceglie e Margherita di Savoia, per intraprendere un viaggio itinerante alla riscoperta di un territorio aperto alle sfide del fare ed essere cultura. Attraverso la possibilità artistica e la sua capacità di parlare a tutti, il progetto prevede workshop di danza, percorsi di sperimentazione fotografica (contest annesso), letture animate, perfomance site specific, laboratori per bambini fuori e dentro le scuole, spettacoli per tutte le età, incursioni urbane, passeggiate urbane guidate, tra i confini artificiali e naturali della città. e non solo. Nel suo essere in movimento, il progetto si proietta verso un’idea di contaminazioni tra spazi e persone tramite il processo artistico, immersi in un paesaggio urbano e nel suo contatto con la natura, attraverso cui ogni territorio moltiplica la sua fertilità puntando a crescere di valore oltre le sue mura.

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY