Trani elegge il garante dei detenuti: è la seconda città della Puglia

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, giovedì 28 maggio 2020

Dopo Lecce, anche la Città di Trani ha eletto in Consiglio comunale il garante dei diritti delle persone private della libertà personale.

La scelta dell’assemblea cittadina è ricaduta su Elisabetta De Robertis, avvocato, criminologo, mediatore, esperto in politiche non repressive per la sicurezza.

La De Robertis aveva inviato la propria candidatura a seguito dell’avviso pubblico emanato dal Comune di Trani, conseguenza dell’approvazione del Regolamento comunale del garante per i diritti delle persone private della libertà personale approvato il 26 aprile 2017.

E’ stata eletta con 11 voti favorevoli, mentre 2 sono state le preferenze per l’altro candidato in lizza, Alessandro Pascazio.

Sette le schede bianche, tre le schede nulle.

Al garante dei diritti dei detenuti sono attribuite funzioni di: osservazione e vigilanza diretta; di promozione di opportunità di partecipazione alla vita civile ed alla fruizione dei servizi comunali delle persone private della libertà personale (con particolare riferimento ai diritti fondamentali, al lavoro, alla formazione, alla cultura, all’assistenza, alla tutela della salute, allo sport); di promozione di iniziative e momenti di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti umani dei detenuti e sul tema dell’umanizzazione della pena detentiva; di promozione di iniziative congiunte con altri soggetti pubblici e con l’associazionismo locale.

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY