Trani. Denunciato per ricettazione dalla Polizia di Stato un minore trovato in possesso di due martelletti frangivetro, dotazione di sicurezza dei treni.

Segnalato anche per il possesso di stupefacente per uso personale.

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, giovedì 9 luglio 2020

Gli operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, durante i servizi di vigilanza nelle stazioni non presidiate, hanno denunciato per ricettazione, nello scalo ferroviario di Trani, un diciassettenne, originario del posto. Lo stesso è stato segnalato alla Prefettura per il possesso di sostanza stupefacente per uso personale.

In particolare, il ragazzo, in compagnia di alcuni suoi coetanei, è stato notato dagli agenti per lo zaino piuttosto voluminoso che portava sulle spalle.

Controllato il contenuto, gli operatori hanno rinvenuto due martelletti frangivetro, dotazione di sicurezza delle vetture che in caso di emergenza consente l’uscita dal convoglio, attraverso la rottura del cristallo dei finestrini. Gli ulteriori approfondimenti effettuati a bordo del treno da dove i ragazzi erano scesi, hanno permesso di verificare la mancanza dei due martelletti all’interno dei vagoni.

Nello zaino, gli agenti hanno rinvenuto anche una bustina di cellophane, contenente oltre 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Accanto all’attività repressiva, il Servizio di Polizia Ferroviaria, a livello nazionale, soprattutto per i ragazzi minorenni, ha sviluppato un progetto di prevenzione nelle scuole, denominato “Train…to be cool”, per contrastare gli atti di bullismo, di danneggiamento e, soprattutto, i comportamenti pericolosi in ambito ferroviario.

Nel corso del 2019 il Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, nello sviluppo del progetto, ha coinvolto oltre 6.000 ragazzi, soprattutto delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

 

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY