Presentata la candidatura al consiglio di Vincenzo Topputo e Caterina Giannella

Si tratta della lista Con Emiliano a sostegno di Amedeo Bottaro sindaco.

A cura di Vittorio Cassinesi Trani, lunedì 7 settembre 2020

È stata presentata venerdì scorso la candidatura al consiglio comunale di Trani di Vincenzo Topputo e Caterina Giannella nella lista Con Emiliano a sostegno di Amedeo Bottaro sindaco.

Presenti all’incontro, moderato dalla giornalista Maria Scoccimarro, i candidati al consiglio regionale Filippo Caracciolo e Debora Ciliento che hanno espresso la loro vicinanza e il loro sostegno alla candidatura dei due giovani tranesi.

«Con Vincenzo - ha esordito Debora Ciliento - mi accomuna un lungo percorso nel sociale, rafforzato durante il mio assessorato nel comune di Trani. È un ragazzo di sani principi, che si spende quotidianamente per i più deboli e che mostra spirito di iniziativa per risolvere i piccoli, grandi, problemi di giovani e anziani».

Durante la presentazione, infatti, Vincenzo Topputo ha voluto rimarcare il suo impegno nel volontariato: «In questi anni di presidente di Auser Cultura Trani insieme al mio gruppo abbiamo creato un ponte generazionale tra anziani e giovani perché i primi rappresentano la nostra storia e i secondi il nostro futuro. Per questo bisogna pensare ad una città che combatta la solitudine dei più deboli e offra pari opportunità ai giovani per emergere». 

Da qui le prime due proposte di Vincenzo Topputo: «Per i giovani propongo l’istituzione della consulta giovanile che permetterebbe ai ragazzi di partecipare attivamente alla res publica e affrontare temi quali l’attualità, lo sport o il volontariato. Per gli anziani, invece, oltre a ideare programmi contro la solitudine che attanaglia molti di loro, è necessario dare vita a una città che sappia migliorare la qualità della vita di chi è affetto, ad esempio, da demenza senile».

Nella sua progettualità c’è anche spazio per temi importanti quali turismo e lavoro: «I numeri del 2010 fanno ben sperare per la nostra città, poiché è stato riscontrato un aumento nel numero di arrivi e presenze. Ma secondo me c’è ancora molto da fare per rendere Trani a misura di turisti. Ad esempio, si potrebbe istituire, nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria, un info point: è impensabile che il primo operativo si trovi soltanto in piazza Trieste.

I turisti, per giungere lì, hanno già visto gran parte delle bellezze della nostra città. Invece, a mio avviso bisognerebbe subito offrire un servizio adeguato ai tanti che giungono a Trani.

Inoltre, ci sono tantissime persone che lavorano nella zona industriale di Molfetta: per questo, se dovessi essere eletto consigliere comunale, mi impegnerò anche in Regione per offrire un collegamento diretto tra Trani e quella zona. Solo così si viene incontro alle esigenze dei pendolari e dei precari».

Infine, Topputo ha voluto spiegare i motivi per cui, anche in questa tornata elettorale, ha espresso il suo appoggio alla candidatura di Amedeo Bottaro: «Nel 2015, quando sono stato il primo dei non eletti nella mia lista con quasi 250 voti, ho sostenuto l’attuale Sindaco e questa è una scelta che anche quest’anno ho rifatto. Credo che Bottaro in questi cinque anni abbia portato diverse migliorie alla nostra città: basti considerare soltanto i tanti finanziamenti che è riuscito ad intercettare, la rivalutazione della zona Boccadoro e del lungomare e il rilancio di due contenitori culturali importanti quali la biblioteca comunale e palazzo Beltrani. Senza parlare delle modalità con cui ha affrontato l’emergenza Coronavirus».

adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY