Società comunali, continuano le assunzioni a go-go

I Verdi denunciano la stranezza di alcuni contratti di lavoro e consulente per Amet, Amiu, Aigs e Stp

A cura di Redazione Trani, sabato 3 aprile 2010

Aziende pubbliche, che assumono secondo criteri privati. Senza concorsi o selezioni pubbliche. E’ successo e continua a succedere a Trani per l’Amet, l’Amiu, l’Aigs e anche la Stp, nella quale il Comune ha una partecipazioni azionaria, che svolgono servizi pubblici.

A tornare sull’argomento sono i Verdi, che già diversi mesi fa avevano sottolineato la “stranezza” di aziende che assumono pur in un periodo di crisi di lavoro e con un alto numero di disoccupazione, sia con contratti a tempo indeterminato che determinato.
Nello specifico Amet avrebbe assunto a tempo determinato un lavoratore, precedentemente impiegato con diversi contratti a “progetto” ma reiterati nel tempo, utilizzando una conciliazione davanti al Giudice del lavoro; mentre, sembra, che un altro fortunato lavoratore sia stato assunto sulla base della raccomandata di diffida inviata dal suo avvocato. Amiu invece ha assunto a tempo indeterminato un responsabile amministrativo e un responsabile tecnico commerciale in osservanza della sentenza del Giudice del lavoro del Tribunale di Trani che aveva dichiarato legittimo il procedimento di assunzione effettuato dall’azienda, tramite selezione pubblica da parte di una agenzia di lavoro interinale scelta dalla stessa Amiu. 
Più recentemente l’Amiu ha inoltre assunto a tempo determinato alcuni lavoratori per il funzionamento della ricicleria affidandosi sempre a un’agenzia di lavoro interinale; mentre ha affidato il servizio di raccolta differenziata a una cooperativa di Bitonto che, a sua volta, sembra abbia assunto alcuni lavoratori a tempo determinato per svolgere il servizio.
Inoltre l’Amet dovrebbe accingersi ad assumere alcuni operatori per svolgere il servizio di ausiliari del traffico per la gestione dei parcheggi cittadini. Anche la Stp, altra società pubblica, sembra abbia provveduto ad assumere personale negli ultimi giorni.
Infine, sono da ricomprendere nel discorso anche i rapporti di consulenza professionale (come quello instaurato all’Amiu per la consulenza in materia di lavoro o quello dell’Aigs) nonché le nomine dei presidenti e dei componenti dei Consigli di amministrazione di società quali ad esempio Elgasud delle quali non si conosce la esatta operatività.
“Ebbene – sottolinea il capogruppo dei Verdi, Michele di Gregorio - occorre ricordare che tutte le suddette società sono di piena proprietà pubblica e gestiscono servizi pubblici locali. Per tale motivo a nostro parere dovrebbero rispettare i principi della parità di trattamento, della imparzialità e della massima trasparenza in materia di assunzioni, utilizzando concorsi o procedure ad evidenza pubblica, in modo da consentire a chiunque di poter avere la possibilità di esser assunto”. Da qui la richiesta dei Verdi al Comune. “Chiediamo – aggiunge il consigliere Francesco Laurora - che il Comune di Trani, proprietario unico di Amet, Amiu e Aigs, nonché comproprietario di Stp, si adoperi affinché vengano modificati gli statuti delle suddette società, così che prevedano esplicitamente che ogni assunzione debba essere fatta mediante concorso ad evidenza pubblica. Per questo – conclude - ci faremo promotori di un’idonea proposta di delibera da sottoporre all’attenzione del Consiglio comunale”.
adv

BE SOCIAL

VIDEO GALLERY